Codogno, sabato 13 aprile 2019

Settantasette (77) giorni sono passati da quella strana partita di Monza. Si, quella partita dove abbiamo giocato ad intermittenza!

Questa volta è il Monza che viene a trovarci, scende nella tana delle Nutrie. Nei momenti che precedono il fischio d’inizio ci sono tanta tensione ed aspettative; è bello potersi misurare con una squadra con cui si è già giocato, permette di verificare se si è cresciuti o no, di valutare il lavoro fatto. All’andata ci eravamo giocati un tempo a testa, il primo tempo era stato tutto loro mentre, nel secondo, abbiamo giocato quasi esclusivamente noi purtroppo senza riuscire a ribaltare il risultato. Mille sono le domande che echeggiano nelle menti: riusciremo a dimostrare che ci siamo anche noi? Certamente sono cresciuti anche loro ma abbiamo ricucito un po’ il divario? Siamo alle prese con la solita formazione rimaneggiata ed inventata girerà a dovere?

Per fortuna arriva il fischio d’inizio e, senza timori e sudditanze, andiamo subito a meta! La partita si preannuncia foriera di emozioni, peccato che loro sappiano reagire e ci facciano una meta, e poco dopo un’altra. La nostra risposta non tarda ma, purtroppo, continuiamo per tutta la prima fase della partita a dimostrare un po’ di incertezze e dubbi, dovuti in buona sostanza ai ruoli nuovi affidati a molti giocatori. 

Nella ripresa siamo più sicuri e concentrati, costruiamo molto ed andiamo anche a segno più volte. I briantei però non stanno a guardare e ci rispondono a tono, possiamo assistere così ad un secondo tempo ancor più entusiasmante del primo. Peccato, ai fini del risultato, che il Monza riesca a mantenere il divario conquistato approfittando giustamente dei nostri momenti di incertezza del primo tempo.

La valutazione finale non può che essere positiva, la nostra crescita si è vista nettamente tanto che i ragazzi hanno ricevuto i complimenti dei loro avversari e dei loro allenatori. Certamente col tempo riusciremo anche a colmare ulteriormente il divario che ci separa dalle altre squadre, acquisiremo più esperienza e sicurezza. Tanto lavoro ci aspetta, dobbiamo arrivare ad essere più efficaci nel placcaggio e nei raggruppamenti, ma non ci spaventa.

Finale:

rugby Monza 63 – Crema2 (Nutrie) 31

formazione:

Stoppini, Tosi, Sebastio, Bianchi, Colombani, Micarelli, Pileggi, Comizzoli, Pianu, Schillaci, Coltri, Meneghello, Morandi, Pesarini.

U14 – Le Nutrie a Codogno contro l’ostico Monza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *